Pensa europeo, (ri)costruiamo l'Europa

EuroIdee

Blog

La Sociologia italiana si interroga sul futuro dell’Unione Europea

di: Emiliano Chirchiano*

Dal 5 al 6 ottobre si è tenuta a Catania la conferenza di metà mandato dell’AIS, Associazione Italiana di Sociologia, dal titolo “La sociologia e le società europee: strutture sociali, culture e istituzioni”.

 In questo delicatissimo momento storico la sociologia si pone il problema di comprendere il modo e i motivi per cui l’Unione Europa viene percepita dai cittadini in maniera insoddisfacente, facendo affiorare nuove crisi, in aggiunta a quella economica che alcuni paesi membri faticano ancora a lasciarsi definitivamente alle spalle. Questo forte malcontento contamina ogni ambito della vita sociale, fino a mettere in discussione il bisogno - oggi quanto mai necessario - di un organismo comunitario europeo.

La sezione di Processi ed istituzioni culturali si è interrogata sui motivi per cui, sebbene l’integrazione economica resti salda, quella politica e culturale continua a subire attacchi atti a indebolirne i legami. I media classici non riescono a svolgere più il loro ruolo comunicativo, assecondando narrazioni errate e provinciali dei problemi comuni, che spostano continuamente altrove il confine di ogni responsabilità locale. Queste narrazioni hanno ormai oltrepassato la frontiera delle frange populiste, intorbidendo il dibattito politico all’interno di molti paesi dell’eurozona, raggiungendo una preoccupante egemonia mediatica.

La sezione immaginario, d’altro canto, si è posta di fronte alle problematiche europee da un differente punto di vista: come viene percepita, nell’immaginario collettivo, la UE? Esiste – o è mai esistito - un sentimento di cittadinanza europeo? L’idea di interesse generale, alla base del concetto di Stato nazione, vive una crisi storica. In questo contesto è ancora più è arduo chiedere alle popolazioni dei singoli stati di concepire e tradurre in prassi il concetto di organismo sovranazionale.
Tuttavia, la nascita dello Stato nazione può offrire intriganti spunti di riflessione per una sociologia dell’immaginario: per “fare gli italiani”, citando Cavour, sono stati necessari miti, simboli e narrazioni che hanno oltrepassato le semplici motivazioni economiche. Sarebbe il caso che anche l’Unione Europea si interrogasse sull’importanza di questa dimensione, troppo spesso sottovalutata.

Se osserviamo la realtà come una costruzione sociale (Berger, Luckmann 1969), non possiamo che fare appello a come essa viene raccontata e rappresentata: in questo le forze anti-europeiste hanno fatto un ottimo lavoro nel diffondere - sfruttando l’intero panorama mediale a disposizione - narrazioni che negano i fatti, avendo presa su una fascia della popolazione sempre più ampia. Un’immagine che, citando Baudrillard (1979), non è più il riflesso del reale ma è completamente distaccata da qualunque realtà oggettiva. In tale scenario, l’importanza della comunicazione e della narrazione di un nuovo immaginario Europeo risulta fondamentale per la sopravvivenza dell’Unione stessa; per l’affermazione di quei valori, ereditati dal rinascimento, che hanno portato l’Europa unita a essere una comunità “intellettuale, artistica, spirituale e scientifica” (Jaume, 2010).

 

Riferimenti Bibliografici

Baudrillard, J., & Mancuso, G. (1979). Lo scambio simbolico e la morte. Feltrinelli.
Berger, P. L., Luckmann, T., (1969). La realtà come costruzione sociale. Bologna: Il mulino.
Jaume, L. (2010). Che cos' è lo spirito europeo? EUM-Edizioni Università di Macerata.


 * Dottore di ricerca in Scienze sociali e statistiche, Borsista presso il Dipartimento di Scienze sociali dell'Università degli Studi di Napoli Federico II

Redazione EuroIdee

logo-footer.png

Le opinioni espresse in questo sito sono esclusivamente quelle dell'autore. La Commissione non è responsabile dell'eventuale utilizzo delle informazioni contenute in tale sito.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Edicampus Edizioni ­ Pioda Imaging, Roma - viale Ippocrate 154, 00161 ­Roma

© 2018, edlupt - Credits: Valeria Maiorano

Search